Logo Genti e Paesi

Genti e Paesi

MONGOLIA: IL DESERTO DEL GOBI

Viaggi Estero

17 – 29 agosto 2024
Quota di partecipazione a partire da € 3290,00 + € 15,00 tessera associativa
In Mongolia ogni istante è un viaggio attraverso la purezza della natura e la ricchezza di una cultura antica, un’esperienza senza confini che resta impressa nell’anima.

 

PROGRAMMA:
1° giorno: ROMA – ULAANBAATAR
Partenza con volo di linea da Roma Fiumicino per UlaanBaatar via Istanbul. Pernottamento a bordo.

2° giorno: ULAANBAATAR
Arrivo a Ulaanbaatar. Disbrigo delle pratiche doganali, incontro con la guida e trasferimento in hotel. Sistemazione in hotel, relax e pranzo.
Incontro con la guida e inizio delle visite della capitale: la collina di Zaisan, da dove si gode di un panorama incantevole sulla città; monastero buddhista di Gandan, cuore pulsante del buddhismo tibetano in Mongolia, dove passato, presente e futuro convivono in suggestiva armonia.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: ULAANBAATAR
Prima colazione.
Al mattino visita della capitale della Mongolia: il museo con gli scheletri di due dinosauri del deserto del Gobi; il Monastero Chojin Lama, con una delle più belle collezioni di icone buddiste. Passeggerete poi lungo la piazza centrale di Sukhbaatar e visiterete il complesso commemorativo di Gengis Khan.
Pranzo in ristorante in corso d’escursione.
Rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° giorno: ULAAN BAATAR – BAGA GAZRIN CHULUU
Prima colazione.
Al mattino partenza per Baga Gazrin Chuluu. È stata la sede di un importante Monastero buddhista e può vantare antichissime sculture rupestri. Avrete tempo a disposizione per passeggiate alla ricerca di caverne, sorgenti, rovine, panorami. Quello mongolo è un popolo di sciamani e di mistici: il territorio è punteggiato dagli Ovoo, altari di pietra e rami che segnano, secondo antiche mappe esoteriche, la presenza degli spiriti.
Pranzo in corso d’escursione.
In serata arrivo a Baga Gazrin Chuluu e sistemazione in campo tendato (ger camp). Cena e pernottamento.

5° giorno: BAGA GAZRIN CHULUU – TSAGAAN SUVARGA
Prima colazione.
Al mattino proseguimento in direzione di Tsagaan Suvarga, anche detta “White Stupa”, dove si potranno ammirare le spettacolari formazioni rocciose dalle forme surreali, il cui colore cambia con il passare delle ore. Il deserto del Gobi non è un vero e proprio deserto, ma un ecosistema vitale e complesso, dove la pur scarsa vegetazione permette la sopravvivenza di molti animali (primi fra tutti i cammelli). Infinite sono le screziature del suo fascino, ad ogni passo, lo scenario si trasforma e cambiano i colori: la steppa lascia il posto alle dune, le rocce alla sabbia, il gelo al caldo, i cammelli ai dinosauri. Su tutti, l’eterno cielo blu, il supremo dio dei Mongoli.
Pranzo in corso d’escursione.
In serata, sistemazione in campo tendato (ger camp), cena e pernottamento.

6° giorno: TSAGAAN SUVARGA – VALLE DI YOLYN AM (275 KM)
Prima colazione.
Al mattino partenza per la valle di Yolyn Am, la pittoresca valle dell’aquila, a 230 km, sulle montagne di Gobi Gurvan Saikhan: una spettacolare e lunghissima gola verde scavata da un fiume nel cuore del deserto. Avrete la possibilità di avvistare aquile, avvoltoi, stambecchi e altri animali rari del deserto.
Pranzo in corso d’escursione.
Sistemazione in campo tendato (ger camp), cena e pernottamento.

7° giorno: DESERTO DEL GOBI – LE DUNE DI HONGOR
Prima colazione.
Raggiungerete nel primo pomeriggio le spettacolari dune di sabbia di Hongor, conosciute come “the singing dunes”, per i particolari effetti sonori del vento.
A fine pomeriggio, possibilità di scalare a piedi alcune delle dune più alte (l’ascensione dura circa un’ora, è faticosa ma fattibile per chiunque), per godere di uno dei tramonti più spettacolari.
Pranzo in corso d’escursione.
Sistemazione in campo tendato (ger camp), cena e pernottamento.

8° giorno: DUNE DI HONGOR – BAYANZAG
Prima colazione.
Giornata interamente dedicata alla magia del deserto. Ultime ore a disposizione alle dune di Hongor. Successivamente, partenza in direzione nord-est verso Bayanzag, pittoresca zona di deserto roccioso, con sabbia rossa, nota anche come ‘il deserto dei dinosauri’ (che popolarono la zona circa 65 milioni di anni fa). Sistemazione in campo tendato e pranzo.
Nel pomeriggio visita del Monastero di Ongi. Il paesaggio cambia gradualmente, diventa più arido e la vicinanza del deserto del Gobi si fa sentire sempre di più. Il monastero è stato costruito nel XVIII secolo e contava 28 chiese, vi si insegnava filosofia, matematica e medicina tibetana. Durante il dominio socialista fu quasi completamente distrutto e ancora oggi le sabbie conservano testi sacri, sculture e utensili monastici.
Rientro al campo, cena e pernottamento.

9° giorno: BAYANZAG – KHARAKHORUM
Prima colazione.
Si riprende il viaggio verso Kharakhorum, ammirando il paesaggio che dalla landa desolata semidesertica del Gobi si tramuta via via nella prateria sconfinata.
Prima sosta a Kharkhorin, un piccolo villaggio nella valle di Orkhon, per ammirare alcuni panorami di grande suggestione.
Pranzo in ristorante lungo il percorso.
Sistemazione in campo tendato, cena e pernottamento.

10° giorno: KHARAKHORUM – KHUSTAIN
Prima colazione.
Al mattino partenza per Ulaanbaatar. Lungo il percorso sosta per visitare la Casa del takhi, il cavallo selvaggio mongolo, il Parco Nazionale Khustain Nuruu.
Tempo libero.
In serata concerto folcloristico, cena e relax in campo tendato.

11° giorno: KHUSTAIN – PARCO NAZIONALE DI TERELJ
Prima colazione.
Al mattino partenza in direzione del Parco Nazionale di Terelj. Si potrà ammirare la Turtle Rock, “Melkhii Khad”, una sorprendente formazione granitica alta 24 metri, la cui forma ricorda quella di una tartaruga. Proseguimento per il Centro di meditazione Aryabal, un tempio buddista situato tra le colline del Parco Nazionale di Terelj, da dove è possibile avere la migliore vista panoramica del parco.
Pranzo in corso d’escursione.
Cena e pernottamento in campo tendato.

12° giorno: PARCO NAZIONALE DI TERELJ – ULAANBAATAR
Prima colazione.
Al mattino partenza per Tsonjin Boldog, dove si potrà ammirare la statua del massiccio Gengis Khan; non è solo una statua ma un complesso, con i suoi 40 metri. Si potrà visitare all’interno un piccolo museo sul XIII secolo in Mongolia; vedere abiti tradizionali mongoli e godere di panorami suggestivi dalla sommità della testa del cavallo. Proseguimento per Ulaanbaatar, lungo il percorso sosta per la visita al memoriale della collina di Zaisan, dedicato alla seconda guerra mondiale. Dalla collina Zaisan si ha una vista eccellente della città di Ulan Bator. Pranzo.
Nel pomeriggio visita del mercato all’aperto Naran Tuul, del monastero di Gandan.
Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

13° giorno: ULAAN BAATAR – ROMA
Al mattino, in tempo utile trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo per il rientro a Roma Fiumicino via Istanbul.

 

La quota comprende:

Volo dall’Italia a/r
Trasferimento aeroporto/hotel/aeroporto
Sistemazione in hotel 4*
Pasti come da programma
Trasporto in bus
Partecipazione alle esperienze come da programma
Visite ed escursioni con guida parlante italiano
Guida parlante italiano
Ingressi
Video e foto dell’esperienza

 

La quota non comprende:

Assicurazione medico bagaglio annullamento con copertura Covid
Tasse aeroportuali
Mance
Pasti e bevande dove non indicato
Extra di carattere personale
Tutto ciò non espressamente indicato ne “La quota comprende”.

  • Quota di partecipazione € 3290.00
  • Tessera Associativa € 15.00

Chiedi disponibilità

Per qualiasi informazione puoi chiamare i numeri

+39 06 8530 1758
+39 335 464 918

Potrebbe interessarti anche....

Ateneacropoli
BucarestCastellodiPeles
Torna in alto

Newsletter
Genti e Paesi

Per restare sempre aggiornati su tutte le nostre attività e iniziative, vi invitiamo a seguire i nostri canali sui social media e a visitare regolarmente il nostro sito web.

Grazie ancora per aver scelto di unirvi a noi. Non vediamo l’ora di condividere con voi momenti indimenticabili e di crescere insieme come comunità.

Info corsi